martedì 18 marzo 2008

dilettanti allo sbaraglio!

Un bel respiro e...blub! primo impatto con il mondo reale...e com'era prevedibile, non dei migliori...avete mai notato come una cosa semplice, anche banale volendo, diventi difficile in particolari momenti, in apparenza senza motivo, e confonda tutte le nostre aspettative? Forse è un pò presto per fare questo discorso, sono laureata da quattro giorni e già mi lamento..no è che stamattina sono andata nell'ambulatorio dove "lavoro" da quattro anni, e nel tagliare le unghie a un canino razza sega gli ho provocato un'emmoragia da elettrobisturi...imbarazzzo generale mio e del capo, e contemporanea inkazzatura massiva della proprietaria del canino razza sega, che come è noto appartiene ad una categoria di persone che hanno anche il cervellino razza sega, sennò col cavolo che gli piacerebbe, vivere con cani che sembrano pipistrelli-talpa...comunque, padrona a parte, il casino l'ho fatto io, ma roba mai successa, e di conseguenza mi sono sorti alcuni interrogativi (a parte la consapevolezza che veramente all'università si scaldano i banchi e non si impara un cazzo, e che davvero si laureano cani e porci, o persone ignoranti in clinica come me!): ma è l'emozione di questo titolo, che ci fa andare in pappa il cervello, come se essere dottori fosse davvero una questione di merito, e non di vile denaro? Oppure, come diceva il dottor Green, ogni buon medico all'inizio uccide un paziente (dovendo scegliere opterei per un canino razza sega, se non si fosse capito), dato che è fisiologico sbagliare e che per imparare non è mai troppo tardi? Oppure semplicemente viene a nudo la totale mancanza di preparazione, provocata da anni di esami studiati più per compiacere i prof che per una logica funzionale alla medicina? Non lo so, sta difatto che stamattina è stata drammatica, sarei sprofondata, ma per (s)fortuna il canino è ancora vivo, e poi comunque certi errori è meglio farli da uno che non ti paga, piuttosto che in un ambulatorio dove devi fare bella impressione sennò non ti rinnovano il contratto...lo so, questo è puro cinismo...e se fosse proprio questo il senso? Anni di studio per liberarci dalla forse malsana convinzione di lavorare per fare del bene? E se lo scopo di tutto fosse semplicemente renderci più indifferenti, pensando solo a portare a casa la pagnotta? In questo caso, per quello che mi riguarda, spero proprio di non dargliela vinta mai...a costo di flagellarmi per errori che poi in fondo possono capitare, che nessuno è infallibile, spero di continuare ad emozionarmi e a mortificarmi come mi è successo oggi, perchè anche i canini razza sega se esistono un motivo ci sarà! Mai smettere di pensare con la propria testa...nico non mollare, lo so che il macellaio-bidello è una tassa, ma ricordati che rispetto a lui sarai sempre in vantaggio: tu non hai ancora smesso di emozionarti...ti voglio bene!

4 commenti:

Poros ha detto...

Eh beh... se ti può consolare, io faccio tuttora, dopo un bel po' di pratica, sanguinare le unghie dei chihuahua. Della mia veterinaria. Che però me le fa tagliare a me, perchè poi le bestiole tengono il muso per ore, e almeno lo tengono a me (che, sinceramente, m'importa una sega).

ni ha detto...

Premesso che un'emorragia a un canino sega non è una piaga d'Egitto e forse anzi...

Direi che
PAGNOTTA!!
PAGNOTTA!!
PAGNOTTA!!
PAGNOTTA!!
PAGNOTTA!!
PAGNOTTA!!

Soprattutto, le emravigliose emozioni di cui sei capace sono un motore inestinguibile e più potente d'un reattore nucleare. Continua!

Ps: si, insegnano la compiacenza all'inutile piuttosto che la medicina. Non solo da noi purtroppo.

Kiss e Auguri!

Akinol ha detto...

See here or here

mattia ha detto...

Viva la pagnotta, soprattutto quando va a discapito del cane razza sega!